Gabbie per uccelli

Hai acquistato un uccello tropicale per tenerlo come animale domestico? Ti serve qualche informazione in più per sapere che gabbia acquistare? che dimensioni deve avere? dove posizionarla? In questa sezione ti aiuteremo a scegliere le migliori gabbie e voliere per uccelli con prezzi e descrizione. È essenziale sapere che esistono esemplari grandi, medi e piccoli, proprio per questo troverai in questa guida tutte le misure di gabbie e uccelliere, ti aiutiamo a scegliere le più giuste e adatte per ogni specie di uccello.

Indice dei contenuti

  1. Gabbie per uccelli grandi
  2. Gabbie per uccelli di medie dimensioni
  3. Gabbie per uccelli piccoli
  4. Gabbie per pappagalli
  5. Gabbie per inseparabili
  6. Gabbie per parrocchetti
  7. Gabbie per canarini
  8. Gabbie per le ninfe

Gabbia per uccelli grandi (pappagallo, ara, corvo, gufo, tucano)

Di seguito troverai tutti i consigli e le informazioni su quale gabbia o voliera comprare se possiedi un volatile di grande dimensioni. Mettiamo a tua disposizione i migliori prodotti del mercato per poterti aiutare a decidere quale scegliere.

Per che tipo di uccello si deve comprare una gabbia grande?

Prima di parlare di misure o forme della gabbia da acquistare, devi sapere per quali animali servono le gabbie grandi. Partiamo dal presupposto che qualsiasi specie di uccello misuri più di 40 centimetri è considerato di grandi dimensioni e ha la necessità di avere molto spazio per potersi muovere, quindi la gabbia o voliera grande va bene per pappagalli, are, aquile, falchi, corvi, gufi e tucani.

Che tipo di gabbia grande comprare?

Prima di acquistare la gabbia devi assicurarti che sia solida e robusta, quelle classiche e a buon mercato sarebbero solo uno spreco di soldi, tieni conto che la gabbia dovrà contenere un animale grande e con becco molto forte, quindi il materiale migliore in assoluto è l’acciaio inossidabile. Devi sapere che gli uccelli tendono a mordere e beccare le sbarre della gabbia, quindi devono essere robuste e resistenti, altrimenti finirebbero per rompersi e poter ferire così l’animale, anche seriamente. Quando acquisterai la gabbia dovrai anche tenere conto che non sia stata costruita con materiali tossici, e dovrai anche controllare la distanza tra una sbarra e l’altra, che non deve mai superare i 2 centimetri al massimo, anche perchè l’uccello potrebbe voler infilare la testa tra le sbarre e ferirsi, e non deve avere modo di poterlo fare. Le sbarre non dovranno essere solo verticali ma devono avere almeno una sbarra orizzontale in modo che possa appoggiarsi al muro della gabbia. Tenendo conto che la gabbia deve contenere un grosso animale, come ad esempio il pappagallo e l’ara, la misura dovrà essere come minimo 60x100x100 centimetri, in modo che l’uccello possa aprire tranquillamente le ali senza prendere contro le sbarre della gabbia, rischiando di ferirsi o rimanere incastrato. Ricorda che questa è la misura minima, quindi più sarà grande la gabbia, più il tuo amico sarà a suo agio.

Scegliere una gabbia fissa o una gabbia con ruote?

Tutto dipende da dove vuoi sistemare la gabbia e come sistemarla, quindi dovrai capire se vorrai metterla in giardino, avendo spazio o tenerla in casa. Qui di seguito ti diamo dei suggerimenti per entrambe i casi:

  • Gabbia esterna: le gabbie da esterno devono essere molto forti e resistenti quindi la gabbia dovrà essere fatta di legno di prima qualità con griglie in acciaio inossidabile (in modo che non si possano rompere), le porte dovranno avere dei chiavistelli esterni, in modo che l’uccello dall’interno non possa aprirle. Questo tipo di gabbia è l’ideale prima di tutto per la robustezza e secondo perché essendo di forma rettangolare l’uccello avrà più spazio nel quale muoversi e lo percepirà.
  • Gabbia interna: le gabbie grandi, da tenere in casa, sono quasi sempre munite di ruote, in modo che tu possa spostarla da una parte all’altra senza nessun problema. La gabbia da interno deve essere più lunga e alta che profonda, tenendo sempre presente però che il tuo amico deve avere spazio per muoversi e per poter aprire le ali tranquillamente. Il consiglio che ti diamo è quello di prendere una gabbia rettangolare in quando una gabbia rotonda o comunque con forme strane non è molto salutare per questo genere di uccelli, l’importante però è che sia spaziosa.

Gabbie per uccelli di medie dimensioni (piccioni, pappagallini, inseparabili)

Se quello di cui hai bisogno è una gabbia per uccelli di medie dimensioni o per coppie di uccelli più piccoli qui di seguito troverai tutti i consigli su quali sono le migliori opzioni per te. Prima di comprare una gabbia di medie dimensioni devi capire se vuoi un animale domestico di cui prenderti cura o vuoi proprio creare una sorta di allevamento. Perchè se vuoi iniziare ad allevare uccelli questo tipo di gabbia è l’ideale, in quanto le dimensioni permettono di creare moduli separati, ad esempio si può utilizzare una gabbia per gli adulti e un modulo separato per i giovani. Queste strutture sono l’ideale anche se decidi di avere una coppia ad esempio di pappagallini. Ricorda sempre che per l’animale più grande è la gabbia, più ha spazio per spostarsi e meglio starà.

Per che tipo di uccello devo comprare una gabbia di medie dimensioni?

La gabbia di media misura deve essere acquistata se decidi di avere come animale domestico un piccolo pappagallo, un piccolo parrocchetto, un lori, una calopsite ecc.

Le migliori misure per una gabbia di medie dimensioni?

Se decidi di allevare alcuni esemplari tra queste specie di uccelli di medie dimensioni la gabbia dovrà essere lunga tra gli 80 e i 100 centimetri e alta almeno 50 centimetri, se invece decidi di prenderti cura solo del tuo animale le misure ideali sono:

  • 50x40x50 (Lunghezza x Profondità x Altezza);
  • 70x50x80 (Lunghezza x Profondità x Altezza).

La separazione tra una sbarra e l’altra non deve mai superare 1,5 centimetri, altrimenti l’animale potrebbe inserirci la testa e rimanere incastrato, le sbarre non dovranno essere solo verticali ma anche orizzontali, in modo che l’uccello possa arrampicarsi e poter guardare al di fuori della gabbia. Come per le grandi gabbie anche le gabbie medie dovranno essere di acciaio inossidabile, in quanto se dovrà contenere piccoli gufi, potrebbero beccare le sbarre e romperle. Non dovranno essere fatte di materiale tossico per l’uccello e dovrà avere la dimensione del doppio dell’apertura alare del tuo amico, questo perchè potrà aprire le ali tranquillamente senza sbattere contro le sbarre e rischiare di ferirsi.

Dove posizionare una gabbia per uccelli di taglia media?

Le gabbie di medie dimensioni non hanno le ruote per poter essere spostate ma hanno un piedistallo sul quale appoggiarle, quindi arrivano all’altezza del petto, devi sapere che più la gabbia è messa in basso più l’uccello si sentirà minacciato. Se invece hai intenzione di appendere la gabbia ricordati che deve essere agganciata ad un gancio solido e robusto, in modo che muovendosi gli uccelli all’interno non ci sia il rischio di farla cadere, devi anche tenere conto che l’altezza ideale per appenderla è all’altezza degli occhi perchè se viene appesa al di sopra il tuo amico potrebbe sentirsi il padrone e diventare “aggressivo”. Se invece tieni la gabbia sul suo supporto assicurati che due lati della gabbia siano contro una parete, in modo che non si spaventi vedendo del movimento improvviso quando ti avvicini.

Gabbie per uccelli piccoli (canarini, parrocchetti, cardellini, cocorite)

Le gabbie piccole sono ideali per uccelli di piccole dimensioni come i canarini, i parrocchetti, alcune specie di cocorite. Sono gabbie piccole e che non occupano molto spazio, quindi di seguito vediamo come deve essere questo tipo di gabbia.

Come deve essere la gabbia?

Innanzitutto partiamo da che forma deve avere, in quanto potrai trovare varie forme per le gabbie piccole ma non tutte andranno bene, se vuoi curare al meglio il tuo animale domestico. La forma più raccomandata è quella quadrata o rettangolare, perché altri tipi di gabbie potrebbero creare nell’uccello un finto spazio di movimento e questo potrebbe stressarlo. Anche la gabbia piccola deve essere fatta di materiale resistente, ma essendo piccoli uccelli possono andare bene anche in metallo o al massimo in acciaio inossidabile. Se deciderai di avere un solo animale la misura che può andare bene è di 40 centimetri di larghezza per 45 centimetri di altezza, se deciderai invece di avere una coppia la misura dovrà essere di 60 centimetri di larghezza e 50 centimetri in altezza. Le sbarre non dovranno mai superare 0,5 centimetri di distanza l’una dall’altra, in quanto se sono troppo larghe potrebbero essere pericolose per il tuo amico, potrebbe rimanere incastrato e ferirsi nel cercare di tirare fuori la testa. Le gabbie che trovi in commercio sono corredate di accessori che non sempre sono validi, quindi i posatoi (trespoli) dovrai sostituirli con altri in legno naturale, e dovrai averne minimo due ad altezze differenti. Anche per quanto riguarda gli alimentatori per il cibo dovrai assicurarti che siano agganciati esternamente alla gabbia con la buca per mangiare all’interno della gabbia, oppure potrai comprare una gabbia dove gli alimentatori ruotano, in modo che per te sia anche più facile da riempirli. Oltre agli alimentatori dovrai mettere anche un bevitore con acqua, in modo da poter far bere il tuo amico. Ricordati che nella gabbia per uccelli piccoli dovrai inserire anche dei giochini da mordicchiare con il becco, e un’altalena ad esempio. Ricordati di non riempirla troppo, l’uccello deve avere spazio sufficiente per potersi muovere.

Dove collocare gabbie piccole?

Il vantaggio di avere una piccola gabbia è quella di poterla mettere un po’ in tutta la casa (mai all’aperto sul balcone). Tenendola in casa potrai appenderla, ma ricorda sempre che deve essere ad altezza occhi, perché se fosse posizionata troppo in alto il tuo uccello potrebbe sentirsi superiore, essendo predominante. Se invece metti la gabbia su un mobile, ricordati che 2 lati della gabbia devono essere appoggiati al muro, questo per permettere all’uccello di avere una visuale sulla stanza e di non spaventarsi se ti vede arrivare improvvisamente.

Gabbie per pappagalli

Visto che esistono varie specie di pappagalli, in questa piccola guida ti aiuteremo a trovare la soluzione più consona alle tue esigenze. Partiamo dal presupposto che molte persone tengono il pappagallo libero per casa e questo fa bene all’animale, in quanto essendo di dimensioni abbastanza grandi ha la necessità di volare e di poter aprire le ali, ma non è la soluzione ideale per tutto l’arco della giornata. Infatti è bene che, pur lasciandolo libero per casa, il pappagallo abbia una gabbia in cui tenerlo per dormire, anche perchè sarebbe pericoloso durante la notte lasciarlo in giro da solo per casa. Di seguito ti segnaliamo alcune soluzioni ideali per acquistare una gabbia per pappagalli:

  • Se hai intenzione di comprare un pappagallo piccolo che non raggiunge i 30 centimetri, la dimensione della gabbia dovrà essere 40x40x45, per la coppia ricorda che la misura della gabbia dovrà essere doppia.
  • Se vuoi acquistare un pappagallo che misura circa 30 centimetri la misura ideale della gabbia è 60x50x60 centimetri, se vuoi la coppia allora le misure della gabbia dovranno essere almeno il doppio.
  • Se invece decidi di acquistare un pappagallo di media taglia (amazzoni per esempio) la misura ideale dovrà essere 70x60x80 centimetri, per la coppia la misura dovrà essere 100x80x120.
  • Per i pappagalli di grandi dimensioni, come ad esempio l’ara o il cacatua la misura corretta della gabbia dovrà essere 90x80x100 centimetri, se invece vuoi comprare la coppia la misura dovrà essere 120x100x150 centimetri minimo.

Trattandosi comunque di un uccello di medie o grandi dimensioni la gabbia dovrà essere molto resistente, quindi non acquistare mai voliere di legno, di bambù o di pini, le distruggerebbe. Cerca di scegliere una gabbia molto robusta ed in acciaio inossidabile. I trespoli dovranno sempre essere in legno naturale, di vari diametri e disposti a varie altezze. Consigliamo l’acciaio inossidabile anche per gli alimentatori e per il bevitore, se sono rotanti ancora meglio, in modo che tu possa riempirli esternamente senza disturbare il pappagallo. Le sbarre devono essere per lo più orizzontali in quanto il pappagallo ama arrampicarsi e guardare al di fuori della gabbia. Un fattore molto importante sono le finestre della gabbia, infatti i pappagalli, essendo animali molto intelligenti, non hanno difficoltà ad imparare il trucchetto per aprirle. Ti consigliamo di mettere un piccolo lucchetto a chiusura in queste finestre, in modo che non possano essere aperte. Anche il pappagallo, come altre specie, ha necessità di avere dei giochi in gabbia come campane, corde, ponti mobili, scale, ecc. ma puoi inserire anche un piccolo parco giochi, stando però sempre attento che il pappagallo abbia abbastanza spazio per muoversi. La gabbia dovrà essere posizionata in una zona della casa molto ombreggiata e deve essere con due lati attaccata alla parete in modo che non si spaventi vedendo movimenti improvvisi intorno alla gabbia.

Gabbie per inseparabili

Come tutti gli uccelli anche gli agapornis hanno bisogno di una gabbia spaziosa, anzi più è grande e meglio è. Questa specie di uccello è più piccolo del classico pappagallo ma le misure ideali della gabbia sono 60x40x45 centimetri per un animale, se vuoi invece la coppia le misure dovranno essere 100x50x50 centimetri, tieni conto che volando orizzontalmente è meglio che la gabbia sia più lunga che alta. La forma deve essere rettangolare con sbarre separate l’una dall’altra di non più di 1,5 centimetri. All’interno dovrai mettere dei posatoi di legno naturale, vietati assolutamente quelli di plastica, con alimentatori esterni per il cibo e anche un bevitore. La gabbia ideale deve avere almeno 2 finestre in quanto la prima devi utilizzarla per somministrargli il cibo, la seconda servirà a te per infilarci la mano per poterlo accarezzare e coccolare, ricorda che è molto affettuoso. All’interno della gabbia dovrai mettere alcuni giochi che lo aiuteranno anche a fare esercizi. Una cosa fondamentale che non dovrai mai fare, è mettere uno specchio nella gabbia, infatti è un animale inseparabile e se vede riflessa la sua immagine nello specchio potrebbe pensare che sia il suo compagno/a, se questo si verificasse e tu togliessi lo specchio l’animale ne soffrirebbe fino ad ammalarsi di depressione, quindi non mettere mai uno specchio nella gabbia. La gabbia andrà posizionata in una zona della casa dove c’è più vita sociale. Non esporre mai la gabbia ai raggi diretti del sole o alle correnti d’aria, potrebbe essere fatale per il tuo amico.

Gabbie per parrocchetti

I parrocchetti sono gli uccelli più comuni da tenere in casa come animali domestici, anche perchè è facile prendersi cura di loro, bisogna però ricordarsi di alcuni accorgimenti come ad esempio scegliere correttamente la gabbia e gli accessori per prendersene cura al meglio. Devi tenere presente che più la gabbia è grande e meglio stará il tuo amico, calcola che in teoria la gabbia deve essere profonda il doppio dell’apertura alare del parrocchetto. Qui di seguito ti suggeriamo due misure per gabbie:

  • Per un parrocchetto singolo: 50x30x45 centimetri, questa sarebbe la misura ideale.
  • Per parrocchetti in coppia: 70x40x50 centimetri.

Se invece vorrai avere più coppie ti consigliamo di acquistare una voliera, in modo che ognuno abbia il proprio spazio. La forma della gabbia deve sempre essere rettangolare, anche perché le varie forme a casetta, a cupola, ecc. sono dannose all’uccello, in quanto gli creano anche un finto spazio che non può utilizzare e questo lo stressa. Le sbarre oltre ad essere vicine una all’altra in modo che il parrocchetto non riesca ad infilarci la testa, devono anche essere orizzontali, questo lo aiuta ad arrampicarsi e a guardare fuori dalla gabbia al meglio. Ricorda che la gabbia migliore e più resistente è quella in acciaio inossidabile. Il primo passo, cioè aver acquistato la gabbia, è fatto quindi ora passiamo ai suoi componenti. Quando comprerai la gabbia alcuni accessori saranno in plastica, soprattutto i posatoi (trespoli), quindi devi sostituirli con quelli di legno naturale, in quanto la plastica danneggia le zampe dell’uccello, se hai un solo parrocchetto ne basteranno due sistemati ad altezze diverse, se la gabbia è più grande e hai una coppia possono andare bene anche 2-3 posatoi. Devi tenere conto che il parrocchetto sui posatoi si affila gli artigli, quindi quelli di plastica danneggerebbero le zampe del vostro amico. La gabbia deve essere anche dotata di una vassoio (pavimento della gabbia) estraibile, in modo che sia più facile per te pulirlo e tenerlo pulito. Dovrai anche avere degli alimentatori per il cibo e uno/due bevitori per l’acqua, ti consigliamo di mettere un alimentatore a parte per la frutta, visto che il parrocchetto la mangia, esistono gabbie in cui questo alimentatore è già compreso. Altra cosa fondamentale per far star bene il parrocchetto e non fare in modo che si annoi, sono i giochi da mettere nella uccelliera: altalena, ponte in legno, cerchio in corda, giochi in legno per becco, ecc. tieni però presente che dovrai sostituirli almeno una volta al mese, altrimenti il parrocchetto si annoierà e non ci giocherà più. Passiamo ora a dove sistemare la gabbia perché il parrocchetto è un animale che detesta il troppo rumore, quindi mai mettere la gabbia su un balcone o su un terrazzo. La gabbia non deve mai neanche essere tenuta in cucina in quanto è molto dannoso per i polmoni dell’uccello respirare vapori e fumi che si sviluppano mentre cucini. Ti suggeriamo due modi per poter sistemare la gabbia in modo ottimale:

  1. Appesa: se vorrai appendere la gabbia dovrai assicurarti che sia agganciata bene, e devi metterla all’altezza dei tuoi occhi, infatti se l’altezza sarà superiore il parrocchetto potrebbe sentirsi il padrone.
  2. Appoggiata: se appoggi la gabbia su un mobile devi metterla ad un'altezza medio/alta in quanto se ti avvicini velocemente potrebbe spaventarsi.

Una volta che il parrocchetto sarà abituato alla tua presenza e ti ubbidirà, potrai anche lasciarlo libero, ricordandoti però di tenere tutte le finestre chiuse in modo che non possa scappare. Una cosa fondamentale è, comunque, che la gabbia non deve mai essere esposta ai raggi diretti del sole e in zone soggette a correnti d’aria. Visto che questo uccello, come altri uccelli della sua specie, deve dormire almeno 10 ore al giorno, quando lo metterai a riposo assicurati che la stanza sia completamente al buio, se così non fosse spostalo in una stanza non fredda o umida ma che sia completamente buia.

Gabbie per canarini

I canarini sono animali molto contenti e felici anche se tenuti in cattività, oltre ad essere molto simpatici. Rispetto ad altri uccelli il canarino non ha il vizio di beccare le sbarre della gabbia, quindi oltre ad una gabbia in acciaio inossidabile è possibile anche acquistare una gabbia di legno, apposita per i canarini, ma assolutamente non deve essere di plastica. La gabbia dei canarini, che va bene anche per fringuelli e parrocchetti, deve essere larga come minimo 50 centimetri, se possiedi un solo esemplare, se invece hai o vuoi una coppia la larghezza dovrà essere di 70/80 centimetri, ricorda che comunque più è grande la gabbia meglio starà il canarino, avendo così modo di poter volare e muoversi. Nella gabbia dovrai mettere almeno 2 posatoi (trespoli) in legno naturale, quelli in plastica non fanno altro che rovinare le zampe dell’uccello, e dovranno essere messi ad altezze differenti. Oltre a questo dovrai mettere degli alimentatori esterni per cibo e il bevitore d’acqua, ricorda però che il cibo e l’acqua vanno sostituiti tutti i giorni. Anche per il canarino, come per altre specie, potrai inserire nella gabbia dei giochi con il quale si potrà intrattenere e giocare, possono essere scalette, altalene e corde anche perchè ai canarini piace molto scalare, quindi questi giochi sarebbero ideali. vanno sostituiti spesso in modo che il canarino non si stanchi, quindi cambiali con una certa frequenza. Visto che il canarino vola in modo rettilineo la forma ideale della gabbietta è quella rettangolare o quadrata, mai usare forme strane in quanto disorientano l’animale e non essendo in grado di determinare al meglio le distanze rischierebbe anche di potersi ferire. Le sbarre devono essere più orizzontali che verticali e non devono mai essere distanziate l’una dall’altra più di 1 centimetro, in modo tale che il canarino non possa infilarci la testa. Puoi posizionare la gabbia anche sul balcone, in modo che il canarino possa guardarsi un po’ intorno, ma non tenerlo lì tutto il giorno, tienilo solo alcune ore e quando il sole non è molto caldo. Essendo il canarino un animale molto irrequieto, cerca di sistemare la gabbia dove non ci sia troppo rumore e in una zona della casa dove si svolgono le attività familiari. La gabbia andrà posizionata alla tua altezza d’occhi in modo che quando ti vedrà arrivare non si spaventi. Ricorda anche che la gabbia non dovrà essere messa in zone soggette a correnti d’aria.

Gabbie per le ninfe

Prima di iniziare a parlare della gabbia adatta a questo tipo di uccello devi sapere che questa specie ha bisogno di molte cure. Come tutti gli uccelli anche le ninfe hanno bisogno di avere molto spazio nella gabbia per poter volare e allungare le ali, quindi devi tenere conto:

  • Se la gabbia è per un solo esemplare dovrà essere 50x45x45.
  • Se la gabbia è per una coppia dovrà essere 100x60x60.

Il materiale per la gabbia dovrà essere in acciaio inossidabile, in quanto molto più resistente rispetto ad altre gabbie e più igienica, infatti il metallo è meno soggetto alla produzione di batteri e virus rispetto alle gabbie di plastica. Sul fondo della gabbia (pavimento) dovrà esserci un vassoio estraibile, in modo tale che potrai sfilarlo per pulirlo dagli escrementi o dal cibo avanzato. Le sbarre dovranno essere sia verticali che orizzontali in modo che la ninfa possa tranquillamente arrampicarsi e potersi guardare intorno. Generalmente va bene qualsiasi forma per la gabbia, ma ti consigliamo che sia di forma rettangolare, l’importante è che sia molto alta rispetto che lunga, perché questo genere di uccello ama arrampicarsi sulla gabbia, quindi più alta sarà e più si sentirà a suo agio. Se non puoi avere una gabbia molto alta, per questione di spazio, potrai sistemare all’interno dei rami in modo che possa comunque arrampicarsi. Le ninfe sono animali che amano giocare quindi la gabbia dovrà contenere anche cose come corde, scale, palestre, altalene, ecc. Passando agli accessori per la gabbia devi avere dei trespoli in legno naturale, altro materiale potrebbe rovinargli le zampe e gli artigli. Quindi assicurati di avere dei trespoli (posatoi) in legno oppure se lo spazio nella gabbia te lo consente, metti anche dei piccoli tronchi d’albero con biforcazioni in modo che possa spostarsi da un punto all’altro. Dovrai anche avere delle mangiatoie per il cibo e un bevitore per l'acqua, ricordandoti che sia il cibo che l’acqua vanno cambiati ogni giorno per fare in modo che non si formino batteri. Ora passiamo a dove posizionare la gabbia e il consiglio che ti diamo è quello di non tenere mai la gabbia sul balcone o in cucina. Lo spazio migliore dove sistemare la gabbia della ninfa è quello dove si svolge la maggior parte dell’attività della casa, come ad esempio il salotto, e deve essere posizionata alla luce, mai esposta ai raggi diretti del sole, e lontana da correnti d’aria. Per quanto riguarda la notte, anche questa specie deve dormire almeno 10 ore e la stanza non deve essere troppo fredda ma completamente al buio. Se avrai questi accorgimenti il tuo animale sarà felice e di conseguenza in salute. Consigliamo sempre di usare un fondo per la gabbia degli uccelli con ricambio, in questo modo sarà più facile per te pulire la gabbia e lasciarla impeccabile.