Gli UCCELLI TROPICALI più belli del mondo, Nomi e Immagini.

Uccellitropicali.org nasce per diffondere informazioni utili e di qualità riguardanti più di 100 uccelli esotici di tutto il mondo. La nostra è una guida completa dove ti spieghiamo il loro comportamento, informazioni utili sulla loro cura e tutti i requisiti necessari per avere un uccello tropicale in casa come animale domestico.

Foto e nomi di uccelli tropicali

Nell'elenco qui sotto troverai le migliori specie di uccelli tropicali e non di tutto il mondo, i nomi e le immagini di moltissimi esemplari e tutte le informazioni necessarie alla loro cura. Basterà fare click nel nome o nella foto per saperne di più su habitat, caratteristiche, allevamento, addestramento, i versi e moltissime altre curiosità.

Questa è la lista più completa degli uccelli esotici più belli del mondo, infatti, oltre a nomi e immagini hai a disposizione tutte le informazioni importanti e molto di più. Divertiti imparando tutto su centinaia di uccelli colorati e vistosi, l'unica cosa che non puoi trovare nella nostra pagina web sono uccelli tropicali in vendita, ma per tutto il resto ci pensiamo noi!

Classificazione degli uccelli esotici

In questa sezione imparerai un po’ di più sulle principali famiglie di uccelli esotici e tropicali, ti spiegheremo tutte le curiosità e le principali caratteristiche di questi animali esotici.

Psittaciformes

La famiglia degli Psittaciformi è formata da quasi 90 generi e più di 300 specie ed è più nota con il nome comune di pappagalli. I tipi di uccelli elencati a continuazione sono solo alcuni degli esemplari appartenenti a questa famiglia: Pappagallo Ara, Cacatua, Parrocchetti, Inseparabili, Calopsite. Tutti questi uccelli hanno una caratteristica in comune, ed è il vistoso colore del piumaggio. Vivono in un clima tropicale e subtropicale, si trovano principalmente in sud America ma la loro presenza è diffusa anche in Africa, Australia ed Asia. Tra tutti i tipi di pennuti gli Psittaciformi sono quelli con il cervello più grande e sviluppato, molte specie infatti sono in grado di ricordare parole e intere frasi.

Galliformes

L’ordine dei Galliformi è composto da circa 280 specie come ad esempio le galline, i polli, i tacchini, le quaglie, le pernici, le galline faraoni, i fagiani, i galli cedroni; Una caratteristica comune in questi animali è un piccolo becco appuntito e resistente, gli accomuna anche il fatto che nessuno è un gran volatore e la loro struttura gli impedisce di fare lunghi voli come molte altre tipologie di uccelli. Il gallo cedrone è il più grande della sua famiglia.

Columbidae

I Columbidi sono l’unica famiglia dell’ordine Columbiformes e comprendono circa 330 specie di uccelli. I piccioni (selvatici e domestici) ne fanno parte ma anche le tortore e la colomba. Il nome di questo ordine di uccelli si deve alla forma latina con cui si chiamavano i piccioni e cioè Columba. I volatili appartenenti a questa famiglia sono uccelli di media taglia con un becco non molto grande e leggermente ricurvo, che ha una parte morbida alla base. Hanno un corpo più tozzo rispetto ad altre specie e la loro testa è di piccole dimensioni. Le zampe sono piuttosto lunghe con corti artigli e sono degli ottimi volatori, molto resistenti. In questi uccelli non è presente il dimorfismo sessuale, cioè la differenza tra maschi e femmine. Possiamo tranquillamente affermare che gran parte di questi volatili formano i loro nidi in grandi colonie. La loro dieta è basata soprattutto di cereali, erbe, e frutta. Se vuoi vedere gli uccelli esotici volare sappi che questi uccelli volano sempre in stormi.

Piciformes

Questo genere di uccelli è formato da 7 famiglie che a sua volta sono formate da 67 generi e 339 specie, tra questi possiamo trovare il Tucano (Ramphastidae), il Picchio (Picidae) e gli Indicatori (Indicatoridae). Gli uccelli appartenenti a questa famiglia si sostengono sulle zampe che sono formate da 2 artigli disposti in avanti e 2 artigli rivolti all’indietro, questo gli permette poter stare in equilibrio più facilmente. Queste genere, forma il proprio nido nelle cavità degli alberi o nelle tane. Le uova di questi uccelli sono tutte bianche e di forma tonda. I pulcini nascono nudi, cioè senza piume. La specie più popolare e più conosciuta di questa famiglia sono i Tucani, uccelli dal grande becco molto colorato, il cui colore varia dalla specie e dall’età dell’esemplare, sicuramente conoscerai e avrai visto, anche solo per foto, un tucano.

Passeriformes

Per ultimo, ma non meno importante abbiamo l’ordine dei passeriformi, questo ordine comprende oltre 5700 specie (quasi la metà di tutto il mondo). Del genere passeriforme fanno parte numerose famiglie come gli Estrildidi (Estrildidae), i Timalidi (Timaliidae), i Turdidi (Turdidae), gli Uccelli Tessitori (Ploceidae), i Fringillidi (Fringillidae), i Traupidi (Thraupidae) e gli Storni (Sturnidae). In questo ordine, che prende il nome dal latino Passero (Passer), troviamo anche uccelli canterini dai colori brillanti e vivaci come il canarino, il cardellino, il finch, il rigogolo e l’upupa. Una peculiarità di questi animali sono le zampe, infatti hanno il primo artiglio all’indietro e gli altri tre diretti in avanti, questo per poter tenersi in equilibrio senza sforzo. La maggior parte delle specie sono ottimi volatori e tanti migrano in stormi. soprattutto in inverno, alla ricerca di cibo e di un clima più caldo. Hanno una vista molto eccellente, per questo trovano molto facilmente il cibo.

Habitat degli uccelli esotici

Alcuni degli uccelli tropicali più noti si trovano in Guatemala, Venezuela, Brasile e Costa Rica. L’habitat naturale per questi uccelli è la foresta pluviale in zone con clima tropicale e subtropicale. Le specie esotiche sono sparse un po’ in tutto il Sud America, come ad esempio il Trupiale (Icterus icterus) che è l’uccello nazionale del Venezuela, dove troviamo anche il Cardinale. Nelle giungle del Guatemala, Messico e Costa Rica troviamo il Quetzal (Pharomachrus mocinno) ma anche varie specie di Colibrì e di Tucano. In America Latina la Colombia è diventata quasi indispensabile per questi uccelli tropicali, infatti proprio in questa nazione troviamo un’alta percentuale di uccelli esotici. I Cacatua, e alcuni pappagallini ad esempio li troviamo in Australia mentre altre specie come i Piccioni, i Trampolieri e le Anatre sono sparsi in tutto il mondo.

Quali sono gli uccelli esotici che parlano?

Tra tutti gli uccelli esotici del mondo ce ne sono alcuni che riescono a imparare vere e proprie parole o frasi riproducendole esattamente come le riproduce l’uomo, altre specie emettono suoni molto simili oppure riescono addirittura a tenere il ritmo della musica. Ecco alcuni esempi di uccelli che parlano:

  • Il Parrocchetto: Il maschio può parlare ed acquisire un ampio vocabolario di parole. Parla molto velocemente con un tono serio e a volte diventa difficile comprendere cosa dice, la femmina solitamente non parla.
  • Il Pappagallo: È l’uccello che tra tutte le specie parla meglio in assoluto, preferisce parlare solo con il suo padrone in tranquillità. Questo genere d’uccello non impara solo vocaboli ma anche suoni come ad esempio il suono delle campane, del citofono, del telefono e può anche imparare strofe di canzoni e ninna nanne.
  • Il Cacatua: Anche questo uccello è in grado di parlare e di imitare suoni, il più portato è l’esemplare maschio.

Come allevare e prendersi cura di un uccello tropicale?

Prima di tutto devi sapere che avere un uccello tropicale non è come avere un canarino o un uccello comune, sia per la cura che per le dimensioni. La gabbia in cui lo terrai deve essere grande e confortevole indipendentemente dalla specie di uccello che sceglierai. Proprio per questo è importante conoscere alcuni dettagli che ti permetteranno prenderti cura al meglio del tuo uccello:

  • Il cibo: Ogni specie ha una dieta specifica, devi anche sapere che se decidi allevare un cucciolo dovrai nutrirlo spesso e attraverso una siringa mentre un esemplare adulto va cibato nelle apposite vaschette in modo che si possa nutrire da solo.
  • Da solo o in compagnia: la prima cosa da capire se hai già un uccello tropicale è se il tuo animale è felice o si sente solo. Se si sente solo e lo noti triste potresti formare una coppia, ricordati che la gabbia o la voliera deve essere grande in modo che gli uccelli possano muoversi tranquillamente.
  • Uova: Una volta che il tuo volatile depone le uova ricordati di intensificare le cure e non fargli mancare mai niente, in caso contrario potrebbe soffrire lui e i suoi pulcini.
  • Malattie: Devi sapere che il tuo uccello può ammalarsi, quindi stai molto attento se mostra dei sintomi o se ha comportamenti insoliti e recati dal tuo veterinario di fiducia.
  • Allevamento: Se invece vuoi allevare da solo un uccello tropicale devi stare attento a varie cose come ad esempio il luogo dove li allevi, la misura della gabbia o della voliera, la temperatura, la luce del sole, i trespoli, gli alimentatori per il cibo, i contenitori per l’acqua, la vaschetta per fare il bagno, i nidi ecc., insomma tutto quello che serve per far vivere bene e serenamente i tuoi animali. Per ognuno degli animali esotici presenti nella nostra pagina web troverai tutti i dettagli su come curarlo al meglio e molto altro ancora.

Legislazione e dove comprare uccelli tropicali

Dopo aver letto tutte le caratteristiche di questi splendidi esemplari puoi decidere di comprare un uccello esotico tranquillamente. Ricordati però che alcune specie devono avere tutti i documenti in regola per poter essere venduti legalmente in quanto specie esotiche, ma non ti preoccupare, se decidi di acquistare il tuo uccello presso un negozio di animali sicuramente avrà tutte le carte in regola e ti sapranno dire tutto sulla cura della specie che sceglierai. Esistono anche online negozi che vendono queste specie di animali, e se decidi di acquistarlo così accertati che abbia tutti i documenti che certificano che può essere venduto.

Salviamo gli uccelli esotici e tropicali

Quasi un terzo delle specie di questi uccelli è in pericolo d’estinzione sia per la distruzione degli habitat naturali sia per il bracconaggio o la cattura illegale per poterli vendere. A volte la cattura di questi uccelli per poi metterli in vendita è veramente disumana, infatti i “bracconieri” coprono i rami degli alberi con una sostanza appiccicosa in modo che quando l’uccello si appoggia non riesce più a scappare. Anche se le leggi hanno cercato di bloccare questa pratica e la vendita di frodo di questi uccelli esotici, purtroppo ci sono allevatori che li tengono in capannoni illegali anche in situazioni di degrado, pur di guadagnare. Nel 2007 la UE ha severamente vietato l’importazione di uccelli selvatici catturati in natura, quindi la vendita, ma nonostante questo il problema del contrabbando illegale esiste ancora. Bisogna tenere ben presente che anche se queste specie di uccelli vengono allevati in cattività non vuol dire che abbiano perso i loro istinti selvatici. Tante persone prendono questo genere di animale per compagnia ma sono molti che poi li lasciano abbandonati a se stessi fino a farli morire in gabbia. Se ti prendi la responsabilità di acquistare un uccello tropicale (e non) devi sempre dargli il meglio per poterlo far vivere bene, altrimenti è meglio lasciarlo in natura dove potrà vivere la sua vita tranquillamente. Molti uccelli che sono stati comprati e poi abbandonati perché considerati noiosi o troppo impegnativi, vanno verso una morte certa. Se hanno vissuto in gabbia per molto tempo non saranno capaci di procurarsi cibo da soli, non saranno abituati alle temperature e al clima. Non è solo un animale da compagnia, è un essere vivente e come tale va rispettato e curato, quindi prendi uno di questi bellissimi uccelli solamente se puoi dedicargli tempo, cure, amore e attenzioni!